arte decorativa

Mese dell’Arte a Casalnoceto

Postato il

I laboratori sulla forma alla Scuola dell’Infanzia di Casalnoceto!!!

Mese dell’Arte a Volpedo e Viguzzolo

Postato il

A Volpedo l’arte astratta sta diventando una cosa seria… alto che due righe ed una macchia di colore!

E anche a Viguzzolo super concentrati per l’astrattismo!!!

Mese dell’Arte a Volpedo

Postato il

Piero Manzoni tra il 1957 ed il 63 produce superfici sperimentando l’assenza di colore gli Achrome, una serie di quadri bianchi.

Prendere spunto da queste opere è stato più che divertente per i grandi della Scuola dell’Infanzia Mossa Cortelli di Volpedo…

Mese dell’Arte a Viguzzolo e San Sebastiano Curone

Postato il

Come si può fare un quadro astratto a 3 anni usando solo le mani e il colore senza sporcarsi le mani?!?!

Ce lo svelano i bambini di tre anni della Scuola dell’Infanzia di Viguzzolo!

E anche quelli della Scuola dell’Infanzia di San Sebastiano, dove la creatività non manca di sicuro!

Mese dell’Arte

Postato il

Una fiaba illustrata solo con i quadri di Kandinsky è stato il mezzo per fare incontrare i bambini con l’arte astratta. Al termine poi abbiamo proposto dei laboratori.

Cosa faranno i piccoli artisti?

Ora sono già al lavoro e presto vedremo i risultati!!

Mese dell’Arte a Volpedo

Postato il Aggiornato il

Alla Scuola dell’Infanzia Mossa Cortelli laboratori sui cerchi!!!

Mese dell’Arte

Postato il Aggiornato il

Lunedì Valter, l’amico dei pittori, ha parlato con i bambini della FORMA: se la linea è una serie di punti che si danno la mano, quando il primo punto dà la mano all’ultimo della fila crea una forma…

Alexander Calder esprimeva la forma così…

… e i nostri bambini invece?!

Mese dell’Arte a Volpedo

Postato il Aggiornato il

Piccoli artisti alle prese con la linea: Mese dell’Arte alla Scuola dell’Infanzia Mossa Cortelli di Volpedo! 👏🏻👏🏻👏🏻

Mese dell’Arte

Postato il

Oggi Giraffe 🦒 al lavoro dopo che Valter ha spiegato loro “punto e linea”, l’ABC dell’arte!!!

Bravissimi bambini!!!

5° incontro di formazione: l’arte decorativa sugli oggetti che ci circondano

Postato il

Dal primo incontro del 4 ottobre con le maestre sono passati quasi 2 mesi e dopo aver parlato della decorazione nelle botteghe e nei conventi, tracciato il passaggio dalla decorazione artigiana al prodotto industriale, vista la decorazione nelle avanguardie della modernità, nonché le nuove forme della decorazione nella contemporaneità, siamo arrivati al 5° incontro, per vedere qualcosa dell’arte decorativa sugli oggetti che ci circondano.

Un percorso strutturato che passa per la constatazione che le avanguardie artistiche della modernità sono finite; anche il contemporaneo ha segnato il passo, e sono sempre meno gli artisti che credono ancora nel postmodernismo.

In questi nostri incontri abbiamo avuto la possibilità di avvicinare alcuni movimenti che hanno interessato l’arte decorativa ed in particolare l’Art Nouveau, l’Art Déco, DADA, il Futurismo, i Preraffaelliti, De Stijl, la Bauhaus di Weimar, la Pop Art. Abbiamo valutato la creatività che passa da un lato dalle citazioni della classicità, dall’altro dalla ricerca interiore ed ancora per la contaminazione con altro.

Una escursione nel design americano è stata utile per definire la creatività di metà del ‘900 come la Pop Art, ma anche per cercare di fare il punto su ciò che stiamo vivendo ora. Un’epoca che non ha ancora generato una sua etica né una conseguente estetica. Abbiamo quindi parlato di Philippe Starck, che per tutti è il re del design, ma lui si definisce il principe dell’inutile.